Il vino rosso con il pesce: abbinamenti insoliti ma deliziosi

Il vino rosso con il pesce abbinamenti insoliti ma deliziosi

Quando si tratta di abbinare il vino al pesce, la scelta più comune è optare per vini bianchi o spumanti. Tuttavia, il mondo del vino offre molte opportunità per sperimentare e scoprire abbinamenti insoliti ma deliziosi. Uno di questi abbinamenti audaci è quello del vino rosso con il pesce. Sebbene tradizionalmente si creda che il pesce debba essere accompagnato solo da vini bianchi leggeri, l’abbinamento con un vino rosso può portare nuove sfumature di gusto e una maggiore complessità al piatto. In questo articolo, esploreremo abbinamenti di pesce e vino rosso che rompono i canoni tradizionali e sorprendono il palato ed anche gli errori più comuni.

Perché abbinare il pesce al vino rosso?

Un tempo, abbinare il pesce al vino rosso era considerato un tabù gastronomico. Si credeva che il sapore delicato del pesce sarebbe stato coperto dai tannini e dalla struttura dei vini rossi. Tuttavia, nel corso degli anni, sono emerse nuove tendenze nel mondo del vino e una maggiore conoscenza delle sue sfaccettature. Oggi sappiamo che non tutti i vini rossi sono pesanti e tannici. Esistono vini rossi leggeri, freschi e fruttati che si abbinano perfettamente al pesce, fornendo un equilibrio armonioso di sapori.

Tre motivi per abbinare il pesce al vino rosso

  • Contrariamente alla credenza popolare, non tutti i pesci sono vietati con il vino rosso. Alcuni pesci grassi come il salmone, il tonno e il pesce spada hanno un sapore forte e saporito che può stare bene con la ricchezza e la complessità del vino rosso.
  • Il vino rosso può aiutare a bilanciare il grasso presente in alcuni pesci. Ad esempio, un Pinot Nero leggero può essere un’ottima scelta per accompagnare il salmone, poiché i tannini del vino possono tagliare il grasso del pesce e creare un equilibrio di sapore piacevole.
  • Il vino rosso può anche abbinarsi bene con i piatti di pesce piccanti o speziati. Ad esempio, un Syrah o un Zinfandel possono stare bene con il pesce alla griglia con salsa di pomodoro piccante o con spezie come la paprika e il cumino.

In generale, la chiave per un abbinamento di successo tra pesce e vino rosso è scegliere un vino dal corpo leggero a medio e con tannini morbidi, come un Pinot Nero o un Gamay (senza dimenticare la variabile della cucina regionale). Inoltre, cercare di abbinare il vino al sapore e alla texture del pesce, piuttosto che alla sua specie o metodo di cottura.

Articoli relativi  Gli abbinamenti enogastronomici regionali . Scopri gli abbinamenti più classici

Il vino rosso con il pesce abbinamenti insoliti ma deliziosi
I fattori da considerare nell’abbinamento di pesce e vino rosso

Quando si sceglie un vino rosso da abbinare al pesce, è importante prendere in considerazione diversi fattori. Innanzitutto, è fondamentale considerare il tipo di pesce e il suo sapore. Alcuni pesci sono più delicati e si abbinano meglio a vini rossi leggeri, mentre altri pesci più saporiti si sposano bene con vini rossi più corposi. Inoltre, è importante considerare la preparazione del pesce. Se il pesce viene servito crudo o marinato, potrebbe richiedere un vino rosso più leggero e fresco. D’altro canto, se il pesce viene cucinato alla griglia o in umido, potrebbe richiedere un vino rosso più strutturato.

Un altro fattore importante da considerare è il condimento o la salsa utilizzata nel piatto di pesce. Alcuni condimenti, come pomodori, olive o aglio, possono richiedere un vino rosso più robusto per bilanciare i sapori intensi. Inoltre, è possibile prendere in considerazione l’origine del pesce e abbinarlo a un vino rosso della stessa regione per creare un abbinamento tradizionale e armonioso.

Il pesce è spesso associato al vino bianco, ma ci sono alcuni piatti a base di pesce che possono essere deliziosamente abbinati anche a un buon vino rosso.

Principali variabili della scelta dei vini rossi per il pesce

Leggerezza del pesce

Innanzitutto, è importante considerare il tipo di pesce che si sta preparando. Pesce delicato come il merluzzo, il pesce spada o il tonno può essere abbinato a vini rossi leggeri e freschi, come un Pinot Noir o un Gamay. Per pesce più grasso e ricco, come il salmone o l’anguilla, è meglio optare per un vino rosso più strutturato, come un Syrah o un Cabernet Sauvignon.

Tipo di cottura

Il modo in cui il pesce è cucinato può fare la differenza nel tipo di vino rosso da abbinare. Ad esempio, se il pesce è alla griglia o al forno, può essere abbinato a un vino rosso con note affumicate o tostate, come un Merlot o un Malbec. Se il pesce è fritto, potrebbe essere meglio optare per un vino rosso più fresco e croccante, come un Barbera o un Dolcetto.

Salsa e condimenti

Le salse e i condimenti utilizzati per accompagnare il pesce possono influenzare l’abbinamento con il vino rosso. Per esempio, se il pesce è servito con una salsa ricca e cremosa, come una salsa al burro o una salsa al vino rosso, è meglio optare per un vino rosso morbido e cremoso, come un Pinot Noir o un Merlot. Se il pesce è insaporito con ingredienti più piccanti o speziati, potrebbe essere meglio abbinarlo a un vino rosso più audace e speziato, come un Zinfandel o un Shiraz.

Articoli relativi  L' arte dell'abbinamento dei vini con i dessert , consigli ed errori comuni

Temperatura di servizio

La temperatura del vino rosso può influenzare l’esperienza gustativa dell’abbinamento con il pesce. È importante servire il vino rosso alla temperatura corretta per esaltare le sue caratteristiche e complementare il sapore del pesce. In generale, è consigliabile servire i vini rossi leggeri e freschi leggermente raffreddati, intorno ai 16-18°C, mentre i vini rossi più corposi e strutturati possono essere serviti a una temperatura leggermente più alta, intorno ai 18-20°C.

Gusti personali

Infine, è importante tenere conto dei propri gusti personali quando si sceglie il vino rosso da abbinare al pesce. Se si preferiscono vini più leggeri e freschi, potrebbe essere meglio optare per un Pinot Noir o un Grenache. Se si preferiscono vini più corposi e strutturati, potrebbe essere meglio optare per un Cabernet Sauvignon o un Syrah. Alla fine, l’abbinamento di pesce e vino rosso è una questione di preferenza personale, quindi non abbiate paura di esplorare e sperimentare nuove combinazioni!

 

Abbinamenti di pesce e vino rosso da provare

Salmone alla griglia con Pinot Noir: Il salmone è un pesce ricco e saporito che si sposa meravigliosamente con un Pinot Noir leggero e fruttato. Il vino rosso accentua i sapori affumicati del salmone e crea un abbinamento equilibrato.

Tonno scottato con Syrah: Il tonno scottato è un piatto succulento e saporito che richiede un vino rosso corposo e speziato come la Syrah. I sapori intensi del tonno si fondono con le note piccanti e terrose del vino.

Baccalà con Merlot: Il baccalà è un pesce delicato e morbido che si abbina bene a un Merlot morbido e fruttato. Il vino rosso dona al baccalà una maggiore complessità e una struttura leggera.

Capesante con Chardonnay invecchiato in botti di rovere: Le capesante sono molluschi dolci e delicati che si abbinano bene a un Chardonnay invecchiato in botti di rovere. Il vino rosso apporta note di vaniglia e burro al piatto, creando un abbinamento cremoso e aromatico.

Gamberi alla griglia con Sangiovese: I gamberi alla griglia sono succulenti e leggermente dolci, e si abbinano perfettamente a un Sangiovese toscano. Il vino rosso presenta una buona acidità e un equilibrio tra frutta e tannini, che si sposa alla perfezione con i gamberi.

Spigola in crosta di patate con Cabernet Sauvignon: La spigola in crosta di patate è un piatto ricco e croccante che richiede un vino rosso strutturato come il Cabernet Sauvignon. Il vino dona al piatto una maggiore complessità e una nota erbacea.

Capesante gratinate con Nebbiolo: Le capesante gratinate sono un piatto di pesce cremoso e saporito che si abbinano bene a un Nebbiolo elegante e tannico. Il vino rosso si sposa armoniosamente con la cremosità delle capesante e crea un abbinamento sofisticato.

Articoli relativi  Abbinamenti innovativi e sperimentazione di nuove combinazioni

Polpo alla griglia con Nero d’Avola: Il polpo alla griglia è un piatto tenero e affumicato che richiede un vino rosso robusto come il Nero d’Avola. Il vino rosso dona al polpo una maggiore profondità e una nota speziata.

Orata al cartoccio con Pinot Nero: L’orata al cartoccio è un piatto delicato e aromatico che si abbinano bene a un Pinot Nero fresco e fruttato. Il vino rosso esalta i sapori sottili dell’orata e crea un abbinamento leggero e armonioso.

Sogliola al burro con Grenache: La sogliola al burro è un piatto ricco e burroso che richiede un vino rosso morbido e fruttato come il Grenache. Il vino rosso accentua la cremosità del piatto e crea un abbinamento elegante.

Il vino rosso con il pesce abbinamenti insoliti ma deliziosi

Errori comuni nell’abbinamento del pesce con il vino rosso

Abbinare il vino rosso al pesce può essere un’idea poco comune, dato che di solito si preferisce abbinare il pesce a vini bianchi o rosati. Tuttavia, se si decide di abbinare il vino rosso al pesce, è importante evitare alcuni errori comuni:

  • Abbinare un vino rosso troppo tannico al pesce leggero: Vini rossi ad alto contenuto di tannini possono sopraffare il sapore delicato del pesce, quindi è meglio optare per vini rossi più leggeri e meno tannici.
  • Abbinare un vino rosso troppo alcolico al pesce: Un vino rosso con un alto contenuto alcolico può sovrastare il sapore del pesce, quindi è meglio scegliere un vino rosso più leggero e fresco.
  • Abbinare un vino rosso troppo dolce al pesce: Un vino rosso dolce può contrastare con il sapore del pesce, quindi è meglio optare per un vino rosso secco e fresco per un abbinamento migliore.
  • Ignorare la preparazione del pesce: La preparazione e la salsa utilizzata per il pesce possono influenzare l’abbinamento con il vino rosso. È importante considerare questi fattori quando si sceglie il vino.

Esempi di errori nell’ abbinamento vino pesce

  1. Pesce fritto e vino rosso: Il pesce fritto è spesso accompagnato con vino bianco, poiché il sapore delicato del pesce potrebbe essere sopraffatto dal sapore forte e tannico del vino rosso.
  2. Salmone affumicato e vino dolce: Il sapore intenso e affumicato del salmone potrebbe contrastare negativamente con il dolce del vino, creando un accostamento poco equilibrato.
  3. Tonno crudo e vino rosato: Il tonno crudo è un pesce con un sapore intenso e robusto, che richiede un vino dal carattere deciso come un rosso o un bianco strutturato, mentre il vino rosato potrebbe risultare troppo leggero per accompagnarlo in modo adeguato.

Il vino rosso con il pesce abbinamenti insoliti ma deliziosi
Conclusioni

Abbinare il vino rosso al pesce può essere una scelta audace e sorprendente. Sperimentare con diversi abbinamenti può portare a scoperte culinarie e a combinazioni di sapori uniche. Ricordate di considerare il tipo di pesce, il condimento utilizzato e il vostro gusto personale quando scegliete il vino rosso da abbinare al pesce. Con un po’ di audacia e creatività, potrete creare abbinamenti insoliti ma deliziosi che renderanno il vostro pasto ancora più speciale.